La poltrona è un must.

Pochi giorni fa pensavo che la caduta del governo aprisse lo spiraglio per le elezioni e che si potesse tornare al voto con tutto quello che avrebbe comportato, cioè il rischio di un nuovo stallo, ma con la speranza che per lo meno si potessero fare quelle riforme così necessarie al nostro Paese.

Invece, poiché non esiste un lavoro più precario del politico, i nostri amati rappresentanti hanno pensato bene di non mollare il potere e la poltrona e cominciare una trattativa tra nemici giurati……

Mi sembra evidente che chi è ben seduto su quelle comode poltrone sta facendo di tutto per far si che le persone per bene se ne stiano ben lontane da questo modo di fare a dir poco stomachevole!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *